La prima piattaforma italiana di cloudworking dedicata ai professionisti! AccediRegistrati »

Engplatform > Edilizia > Collaudi e Agibilità

Collaudi e Agibilità

Il collaudo è un’insieme di prove e certificazioni volte a garantire a chi ha commissionato i lavori la corretta esecuzione dell’opera e il suo funzionamento.

In edilizia esistono tre tipologie di collaudo: il collaudo statico, quello amministrativo o il certificato di collaudo finale per le opere soggette a Denuncia di Inizio Attività.

 

Il collaudo statico per lavori privati è normato dalla Legge n. 1086/1971 Norme per la disciplina delle opere di conglomerato cementizio armato e dal D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia e consiste nella verifica della corrispondenza tra il progetto redatto dal professionista incaricato e l’opera realizzata: il controllo avviene attraverso la verifica dei calcoli, della qualità dei materiali e attraverso prove di collaudo. Esse possono essere effettuate, sotto la sorveglianza del direttore dei lavori, dopo 28 giorni dal getto del calcestruzzo e non oltre 60 giorni dall’ultima della struttura, attraverso l’applicazione di pesi alla struttura in grado di generare sollecitazioni al suo interno.

A seguito di tali prove, se non si verificano lesioni o fessurazioni, può essere rilasciato il certificato di agibilità.

Il tecnico collaudatore, disponibile nell’elenco dei nostri professionisti, è una figura professionale iscritta all’Albo di appartenenza (architetto o ingegnere) da almeno 10 anni.

Egli, per poter svolgere il proprio compito, si rivolgerà al direttore dei lavori, il quale dovrà fornire tutta la documentazione necessaria agli accertamenti.

Al termine delle operazioni, il collaudatore emetterà il verbale di visita, nel quale, a seguito delle prove emetterà il certificato di collaudo nel quale si dichiarerà la collaudabilità dell’opera.

 

Qualora ci si trovi dinanzi ad una committenza di tipo privata, con opere che non superino € 200.000,00, o in caso di committente pubblico con una soglia inferiore ai € 500,000,00 il collaudo viene sostituito dal certificato di regolare esecuzione.

 

Il collaudo amministrativo è, invece, obbligatorio per le opere pubbliche ma facoltativo per quelle private, e contiene tutti i documenti presenti nel collaudo statico, con la descrizione dell’opera e dei requisiti stabiliti nel capitolato speciale d’appalto: i materiali, le quantità, i prezzi, etc.

Infine il certificato di collaudo è il documento da presentare al termine dei lavori allo Sportello unico per l’edilizia in caso di opere realizzate con Denuncia di Inizio Attività.

 

Il collaudo per lavori pubblici, invece, è normato dall’art. 141 del Codice dei contratti pubblici, Decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163: il regolamento definisce le norme concernenti il termine entro il quale deve essere effettuato il collaudo finale, che deve avere luogo non oltre sei mesi dall’ultimazione dei lavori, salvi i casi, individuati dal regolamento, di particolare complessità dell’opera da collaudare, in cui il termine può essere elevato sino ad un anno.

Nel caso di lavori di importo sino a 500.000 euro il certificato di collaudo è sostituito da quello di regolare esecuzione; per i lavori di importo superiore, ma non eccedente il milione di euro, è nella facoltà della stazione appaltante sostituire il certificato di collaudo con quello di regolare esecuzione.

Il certificato di regolare esecuzione è comunque emesso non oltre tre mesi dalla data di ultimazione dei lavori.

Per le operazioni di collaudo, le stazioni appaltanti nominano da uno a tre tecnici di elevata e specifica qualificazione con riferimento al tipo di lavori, alla loro complessità e all’importo degli stessi. Essi non devono avere svolto alcuna funzione nelle attività autorizzative, di controllo, di progettazione, di direzione, di vigilanza e di esecuzione dei lavori sottoposti al collaudo

 

Per il rilascio dell’agibilità è indispensabile la presentazione del certificato di collaudo: essa è normata dal Titolo III del Testo Unico dell’Edilizia nel quale si afferma che il certificato di agibilità attesta la sussistenza delle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, risparmio energetico degli edifici e degli impianti negli stessi installati, valutate secondo quanto dispone la normativa vigente.

Il certificato di agibilità viene rilasciato dal dirigente o dal responsabile del competente ufficio comunale con riferimento ai seguenti interventi; per il rilascio è necessario depositare:

  • certificato di collaudo;
  • richiesta di accatastamento dell’edificio, sottoscritta dallo stesso richiedente il certificato di agibilità, che lo sportello unico provvede a trasmettere al catasto;
  • dichiarazione sottoscritta dallo stesso richiedente il certificato di conformità dell’opera rispetto al progetto approvato;
  • dichiarazione di avvenuta prosciugatura dei muri e della salubrità degli ambienti;
  • dichiarazione dell’impresa installatrice che attesta la conformità degli impianti installati negli edifici adibiti ad uso civile;
  • certificato di collaudo degli stessi.

 

Per il rilascio dell’agibilità, per il quale non sono previste particolari figure professionali come nel caso del collaudo, è possibile rivolgersi ad uno dei tecnici, disponibile nell’elenco, che si occuperà di redigere la pratica necessaria.

Progettista

torino, via slataper 8
Lo Studio di Architettura Davide Aggio opera nel campo della progettazione architettonica ed è specializzato nei seguenti settori: pratiche comunali, catastali, certificazioni energetiche, direzioni lavori e detrazioni IRPEF. Lo studio garantisce competenza, esperienza significativa maturata nel corso…
  • Non ancora valutato
Leggi di più

Geom. Truscello Massimo

Novara Di Sicilia, Via Nazionale 115
  • Non ancora valutato
Leggi di più

Geba Service

Siracusa, Via Servi di Maria 29
  • Non ancora valutato
Leggi di più

Ing. Spadaro Giuseppe

Modica, Via Vittorio Veneto 13
  • Non ancora valutato
Leggi di più

Ing. Giovanni Lopez

Bari, Via Melo Da Bari 159
  • Non ancora valutato
Leggi di più

Dott. Ing. Monaldi Giuliano

Camucia, Via Gramsci 81
  • Non ancora valutato
Leggi di più

Ing. De Simoni Giorgio

Reggio Emilia, Via Secchi 1
  • Non ancora valutato
Leggi di più

D’Amico Engineering Sas

San Giovanni Teatino, Corso Italia 115­
  • Non ancora valutato
Leggi di più

Dott. Ing. Crovetti Giuseppe

Pievepelago, Piazza Vittorio Veneto 7
  • Non ancora valutato
Leggi di più

Costruzioni Fortedil

Biella, Via Fecia di Cossato 8
  • Non ancora valutato
Leggi di più
Pagina 1 di 712345...Ultima »

Ricerca