La prima piattaforma italiana di cloudworking dedicata ai professionisti! AccediRegistrati »

Engplatform > Edilizia > Umidità

Umidità

La formazione di umidità all’interno degli edifici è uno dei problemi più ricorrenti ed è conseguenza di una pessima progettazione dell’edificio, condotta non secondo la perfetta regola dell’arte o senza l’ausilio di barriere isolanti.

L’umidità, infatti, può avere origine dalle attività condotte all’interno (ambienti umidi come i bagni), o dall’esterno, a causa della stagnazione dell’acqua che non viene isolata all’esterno o che non riesce a dilavare e, pertanto, risale dal sottosuolo.

A seconda delle sue caratteristiche e della sua localizzazione l’umidità deve essere eliminata adottando le misure necessarie a contrastarne la ricomparsa:

  • se è localizzata agli angoli, all’innesto tra soffitto e pareti è sintomo di scarsa ventilazione e mancanza di isolamento;
  • se è concentrata in determinati punti potrebbero esserci perdite dagli impianti idrico e di scarico.
  • se parte dal pavimento e si protrae verso l’alto è umidità di risalita;

 

La sua presenza, oltre a recare danni e rigonfiamenti dell’intonaco, è dannosa per la salute: le micotossine prodotte dalle muffe possono causare allergie respiratorie che, nei casi più seri, può trasformarsi in asma.

 

È, pertanto, indispensabile individuare la causa della formazione dell’umidità e risolverla.

 

I nostri tecnici, esperti nella risoluzione di problemi derivanti dalla formazione di umidità e muffe, sapranno analizzare la situazione e consigliare i lavori da svolgere al fine di eliminare in toto il problema.

Se nei primi casi è possibile intervenire modificando le abitudini, quindi, ventilando gli ambienti, o con l’adozione di prodotti per la pulizia e la rimozione delle muffe, oppure riparando la perdita causa della formazione di umidità, nel caso dell’umidità di risalita molte possono essere le soluzioni da adottare per risolvere il problema.

 

Una di queste è rappresentata dalle iniezioni deumidificanti: attraverso l’iniezione di particolari resine siliconiche alla base dei muri si crea una vera e propria barriera chimica contro la risalita dell’umidità. Le resine utilizzate non danneggiano le murature e sono atossiche, inodori e ininfiammabili, per cui l’intervento può essere effettuato anche senza dover sgomberare il manufatto oggetto d’intervento.

Le resine vengono iniettate tramite appositi diffusori e si propagano gradualmente attraverso la muratura, senza andare ad intaccarne l’integrità strutturale: in seguito alla rimozione dell’intonaco fino a 40 cm al di sopra delle macchie, con il trapano a percussione si eseguono dei fori nei quali, grazie a delle sonde, vengono iniettate le resine.

 

Un altro tipo di intervento che i nostri tecnici riusciranno a condurre per la risoluzione del problema è il sezionamento orizzontale della muratura con l’inserimento di un diaframma isolante in Pvc, piombo o acciaiopiombo, acciaio, pvc, oppure, se il fenomeno non è eccessivamente rilevante, la semplice apposizione di un intonaco deumidificante.

Il principio di questo sistema deriva dalla struttura macroporosa della malta, che permette una superiore superficie di evaporazione, rispetto a materiali più compatti e conseguente maggiore smaltimento dell’acqua proveniente dal sottosuolo.

 

Infine un metodo che sembra poter risolvere la problematica è l’utilizzo dell’elettrosmosi.

Questo sistema crea, utilizzando energia elettrica indotta all’interno della muratura, un campo magnetico e uno sbarramento al fenomeno di risalita all’acqua.

 

Realizzare uno di questi interventi eliminando muffe e batteri conseguenza della presenza di umidità, significa vivere in un ambiente più igienico e salubre e non solo: eliminando le antiestetiche macchie di umidità sui muri si renderà l’edificio più gradevole e se ne aumenterà il valore economico; si miglioreranno le condizioni termoigrometriche della struttura e si avvertirà un maggior benessere sia in estate che in inverno, riducendo in bolletta i costi per il riscaldamento e per la climatizzazione.

 

Gli interventi di manutenzione straordinaria o che portano ad un miglioramento del comfort del manufatto in termini energetici, possono essere oggetto di detrazione al 50% o al 65%; alcuni degli interventi sopra descritti, come l’apposizione di isolanti o il sezionamento rientrano in queste categorie.

 

I nostri tecnici si occuperanno anche della gestione della pratica da presentare allo Sportello Unico dell’Edilizia competente, per lo svolgimento dei lavori nel rispetto della normativa di settore e fondamentale per l’ottenimento dei benefici fiscali; attraverso il deposito della domanda e la gestione del cantiere in sicurezza, sarà possibile, con l’ausilio di un commercialista, richiedere le detrazioni fiscali relative ai lavori svolti.

Ing. Stefano Papparella

Via Walter Tobagi 38, 20082 Noviglio (MI)
Buongiorno, sono un Ingegnere libero professionista. I miei campi di applicazione sono i seguenti: - redazione "APE" attestati di prestazione energetica - pratiche catastali - progettazione (C.A., legno, acciaio) - indagini termografiche - sicurezza nei…
  • Non ancora valutato
Leggi di più

Geometra Lilliu Stefano

Via Gennaro Murgia, 21, 09039 Villacidro VS, Italia
  • Non ancora valutato
Leggi di più

Arch. Lorenzo Franceschini, ARCHIMADE Scarl

Rieti, Via L. Cattani, snc
La Archi_Made è una soc. cooperativa a responsabilità limitata ed, in quanto tale, è retta e disciplinata secondo il principio della mutualità senza fini di speculazione privata ed ha per scopo quello di ottenere continuità…
  • Non ancora valutato
Leggi di più

Ricerca